...

C’è tempo fino a fine settembre per compilare il questionario online “Passaporto Culturale”. Il questionario rappresenta un momento di ascolto, che nasce dal desiderio di conoscere esigenze, necessità, abitudini e desideri dei giovani e delle loro famiglie in questo particolare periodo storico di pandemia.




...

Un libro diverso dal solito, questo "Felici ed orgogliosi di essere italiani" (2021): del giornalista Pierluigi Cascioli, già dirigente nazionale del MIUR, collaboratore dell'OCSE e del Censis, oggi collaboratore di varie testate e dell'organismo UNESCO "Abdus Salam International Center" di Trieste. Diverso perchè, parlando dell' Italia, anzitutto non si unisce al coro - obsoleto quanto interessato - che da decenni, ben prima del pessimismo generale indotto dal Covid -19, non finisce mai d'elencare le mille lacune e arretratezze del nostro Paese: con l'ovvio corollario della pretesa, scontata a priori, superiorità degli altri.



...

In attesa del Festival Epicureo di Senigallia, Recanati e Corinaldo Sigma Consulting ha chiesto agli italiani cosa pensano della filosofia in generale e del pensiero epicureo in generale. Socrate e Platone sono i filosofi più conosciuti dagli italiani, ma il 67% condivide la via alla felicità di Epicuro.


...

Un accordo di collaborazione finalizzato alla valorizzazione dell’archivio e della figura di Alexander Langer è stato sottoscritto presso la sede della Fondazione che porta il suo nome dal presidente Edi Rabini, dalla Soprintendente ai beni culturali Karin Dalla Torre e dal presidente della Fondazione del Museo storico del Trentino Giorgio Postal.


...

Giordano Bruno muore a Roma il 17 febbraio 1600, esattamente 421 anni fa. Muore in quel tragico rogo di Piazza Campo de’ Fiori (così chiamata, già allora, perché vi si svolgeva il quotidiano mercato dei fiori) che tragicamente simboleggia, diremmo, la fine del Rinascimento; e l’avvio di quella fase di temporanea stagnazione intellettuale, immediatamente posteriore al Concilio di Trento, che s’attenuerà solo nel Seicento. Secolo ingiustamente bistrattato, troppo spesso visto, dagli studiosi (non solo per quanto ha riguardato l’Italia) sotto i profili unicamente della Controriforma, dello spagnolismo, dell’Inquisizione trionfante su “streghe”, “maghi” e spiriti liberi (e, perciò, eretici: come Bruno, appunto, poi Campanella e Galileo).